Parco Calahorra ex Villetta - 45Paralleolo_03

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur ad elit.
Morbi tincidunt libero ac ante accumsan.
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Donec commodo sapien et dapibus consequat.
Associazione Culturale Quarantacinquesimo Parallelo

Ultimo aggiornamento sito: 02/07/201802/07/201802/07/201821/06/2018

Logout
Vai ai contenuti

Menu principale:

Parco Calahorra ex Villetta

Idee e riflessioni
Ma organizzare un concorso tra i cittadini per vedere se salta fuori qualche idea attuabile su come riorganizzare e restaurare il parco?
La Villetta/Parco Calahorra.

AGGIORNAMENTO dell’11 novembre 2017. E’ stato dato l’annuncio che arriveranno finalmente i finanziamenti per risistemate il Parco. Nel post pubblicato sulla pagina Facebook del Comune si parla di lavori per oltre 300.000 euro destinati alla riqualificazione e messa in sicurezza.
Bene, anzi benissimo… ma speriamo che dopo aver speso tutti questi soldi ci sia una maggiore attenzione alla manutenzione del parco… altrimenti soldi buttati al vento.

Quanto leggerete di seguito è precedente all’annuncio della futura sistemazione del parco. Riteniamo comunque che alcuni concetti siano ancora validi.
*****
Il Comune non può permettersi di avere un parco abbandonato.

La sua morfologia non lo rende facilmente fruibile ad anziani e o bambini troppo piccoli (parlo dei bambini che usano ancora il passeggino).

C’è chi ha proposto di utilizzarlo per coltivare la cicerchia da utilizzarsi per organizzare la sagra della cicerchia.
Può non piacere... (peraltro c’è una precisa normativa sulle piante che possono essere messe a dimora) MA è una proposta sicuramente migliore del “nulla attuale”!

Intanto l’ingresso principale è sempre bloccato dalle auto in sosta vietata e l’interno del parco è più che “abbandonato”.

Ripulirlo, recintarlo e installare la videosorveglianza sarebbe un intervento minimale. Facilitare anche l’accesso ai disabili sfruttando gli appositi finanziamenti a fondo perduto…

Tanti raccontano che lì ci hanno passato la loro infanzia, tanti dicono che è una vergogna… ma sono tutti rassegnati di fronte ad una situazione , a dir poco, indecente (peraltro Tutti vedono lo stato del parco ma continuano a votare da sempre quelli che lo hanno maltrattato… e non parliamo solo dell’ultimo decennio!)

Ripulire e fare in modo che da via Vittorio Emanuele II fino a piazza Garibaldi sia possibile andare a piedi in sicurezza (luci, telecamere, pavimentazione, pulizia)

Una piccola porzione (quella che guarda il piccolo parcheggio che ha sostituito l’inutile anfiteatro) potrebbe diventare un’area cani. Anche qui recinzioni, una fontanella, un cancelletto, un secchio per la raccolta delle deiezioni canine e videosorveglianza.

La presenza dei pedoni e/o proprietari dei cani dovrebbe creare abbastanza fastidio ai soliti ignoti che “vandalizzano” il parco.

La sistemazione di aiuole e altre aree con l’aggiunta di un “percorso salute” potrebbe, oltre a fornire un servizio utile ai cittadini, garantire la presenza di altre persone contribuendo a scoraggiare i maleducati.

C’è poi una piccola area sulla quale, a suo tempo, era stato realizzato un campetto di beach volley… anche lì fare un campetto di basket per i ragazzi o, visto che alcuni li hanno citati, due campi di bocce… affidandone la gestione al centro anziani (magari coperti con una tensostruttura… così da garantirne l’utilizzo invernale).

Coinvolgere le scuole con progetti del tipo “orti urbani” oppure “aiuole urbane”… Proporre la formazione di una associazione di Boy Scout, seguiti dalla Parrocchia, che abbiano la loro sede nel parco.

Verificare se alcuni spazi possono essere utilizzati per manifestazioni musicali e/o teatrali. Verificare se è possibile organizzare proiezioni di film… Fornire spazi per i presepi e ltra manifestazioni natalizie...

Chiaramente si tratta solo di proposte, magari sballate, ma immagino che tra la popolazione ci siano delle “teste” in grado di fare delle proposte sensate e realizzabili.

Insomma non è una missione impossibile. Certo, bisognerà investire del denaro ma senza investimenti non si ottiene nulla.

Vincenzo Mottola

Facci sapere cosa ne pensi. Vai al Modulo di contatto via email
Ti è piaciuto l'articolo? Esprimi il tuo pensiero e condividilo sulla tua pagina Facebook.

Torna ai contenuti | Torna al menu